Portfolio Builder

SHARBAT GULA È FINALMENTE AL SICURO NEL NOSTRO PAESE

Biba Giacchetti e Sudest57 sono da sempre al fianco di Steve McCurry e si felicitano del successo di questa nuova grande e seria avventura che hanno condiviso e ringraziano il governo dell’Italia, paese che ha dimostrato ancora una volta di essere il migliore. Ecco in una nota di McCurry come si sono svolti i fatti.

Il leggendario fotografo Steve McCurry e sua sorella Bonnie McCurry sono lieti di annunciare che, insieme con l’associazione no profit anglo-americana Future Brillance, il supporto del governo italiano e Metagood, sono stati in grado di trarre in salvo l’iconica ragazza Afghana, Sharbat Gula.
“Questa è una notizia incredibile da ricevere durante il Giorno del Ringraziamento” ha detto Bonnie. È una vera benedizione e la missione di salvataggio è stata un lavoro di gruppo sin dall’inizio.
Steve è grato di questo gesto umanitario del governo italiano e del generoso contributo finanziario offerto da Metagood. Sei settimane fa Bonnie è stata contattata da Future Brillance e la sua fondatrice, Sophia Swire, filantropa inglese e investitrice, una donna profondamente coinvolta nelle iniziative educative in Afghanistan, con oltre 30 di esperienza. Bonnie ha detto a Sophia che Sharbat Gula voleva essere evacuata assieme alla sua famiglia e lei si è subito adoperata, considerando tutte le nazioni che potessero rappresentare un’opzione. Sharbat Gula ha poi detto a Bonnie che il suo desiderio era ricevere esilio in Italia.Così Sophia e il suo team hanno attivato la rete di Future Brillance in Afghanistan e insieme alla famiglia McCurry hanno preparato i documenti e la logistica necessari per permetterle di spostarsi quanto prima.

“È un sogno divenuto realtà” ha detto Bonnie “tra tutte le nazioni del mondo che avrebbe potuto scegliere, lei ha scelto l’Italia!”Steve e Bonnie, infatti, hanno tanti amici nel nostro paese e credono fermamente che lei verrà accolta da tutti con calore. “Sharbat, dal canto suo, è estremamente grata al popolo italiano e anche tutti noi non possiamo che ringraziare il governo italiano per il suo supporto e la generosità.”