Portfolio Builder

Afghanistan – Steve McCurry

Steve McCurry è tornato in Afghanistan un numero impressionante di volte nella sua quarantennale carriera. Con Taschen è stato pubblicato il suo libro dedicato alla Terra Ribelle, come gli stessi afgani amano chiamarsi.

Il suo primo viaggio in Afghanistan non è stato tranquillo: nel 1979 McCurry supera il confine con il Pakistan con gli abiti da mujahiddin insieme a un gruppo di guerriglieri afgani. L’occasione? Arrivato in Pakistan, a Chitral, dopo un lungo viaggio in India, McCurry scopre delle tensioni che serpeggiano in Afghanistan, tra il governo ufficiale filosovietico e la resistenza dei mujahiddin. Le persone che gliene parlano gli chiedono di entrare e testimoniare per primo con le sue foto il conflitto.

Tra le prime immagini di questa guerre, ci sono proprio le sue foto in bianco e nero, salvate dalle perquisizioni ai check point afgani solo dopo aver cucito agli abiti i rullini. Pubblicate su tutti i giornali del mondo e sul New York Times nel dicembre 1979, portano alla ribalta sia il conflitto, ma soprattutto la tecnica e lo stile di questo fotografo americano ancora sconosciuto.

McCurry e l’Afghanistan: l’incontro con Sharbat Gula

Ma l’Afghanistan non aveva finito ancora le sorprese per McCurry. La guerra con l’Unione Sovietica aveva obbligato la popolazione afgana a scappare verso il Pakistan. È proprio nel campo profughi di Nasir Bagh, a Peshawar, che entra in una classe di ragazze durante una lezione e scatta la sua fotografia più famosa. Lo sguardo di Sharbat Gula colpì il mondo intero dalla copertina del National Geographic fin dal primo sguardo.

Da quel momento McCurry è tornato in Afghanistan per documentare sia i conflitti e le ingiustizie, ma soprattutto i suoi paesaggi mozzafiato, le tante etnie e la perseveranza di queste persone.

Potrete trovare il libro in vendita in tutte le librerie oppure ordinarlo sul sito di Tashen.

Steve McCurry è rappresentato da Sudest57. Per ulteriori informazioni sulle sue attività, contattaci.

Notizie correlate